Il trono di spade: George R.R. Martin conferma che la saga sarà composta di 7 libri

Condividi

Nonostante voci persistenti di un’ottavo libro in lavorazione, George R.R. Martin conferma che Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) sarà composto da soli sette libri. Gli appassionati de Il trono di spade e dei libri su cui è basata la serie tv sono sempre in fervida attesa di novità. Per quanto riguarda il piccolo schermo, Il trono di spade non tornerà per la sua ottava e ultima stagione fino al 2019. Fortunatamente le riprese sono in pieno svolgimento e alcuni spoiler trapelati dal set hanno anticipato alcuni punti della trama.

Per quanto riguarda la serie tv sappiamo che Jon e Cersei avranno un confronto epocale durante la stagione 8. Naturalmente visto come sono andate le cose sino ad ora non è certo una sorpresa che i due si ritrovino ai ferri corti. Rimane da vedere se ciò li distrarrà o meno dalla minaccia degli Estranei e del loro drago di ghiaccio. la perfida Cersei, nonostante un appassionato discorso di Tyrion, ha portato tutti a credere che si unirà all’alleanza nella battaglia imminente, solo per rivelare in seguito che non ha nemmeno intenzione di mandare il suo esercito, lasciando i suoi rivali al Trono a combattere da soli. La stagione 7 de Il trono di spade ha infranto il record di spettatori, settimana dopo settimana, e con tutto il clamore che si sta sviluppando per la stagione finale, è una buona notizia che gli showrunner David Benioff e D.B. Weiss si stiano prendendo tutto il tempo necessario per regalarci un finale all’altezza delle aspettative, che a questo punto sono a dir poco stratosferiche.

Sul fronte libri i lettori sono in attesa da sette lunghi anni che Martin consegni The Winds of Winter. La sesta puntata della serie si è fatta attendere per un po’ di tempo, ma i fan sperano di leggere il nuovo libro prima che la serie tv Il trono di spade volga a conclusione.

George R.R. Martin ha recentemente discusso dell’apertura delle nomination agli Hugo Awards, e dopo aver parlato de Il trono di spade e Wild Cards, la serie di fantascienza e supereroi ambientata in un universo condiviso, l’autore ha parlato un po’ di Cronache del ghiaccio e del fuoco e del suo futuro.

Parlando per estremi non considero nemmeno la serie Cronache del ghiaccio e del fuoco una serie; è una storia singola, pubblicata in (speriamo) sette volumi. Per quel che può valere, Tolkien non stava scrivendo una serie quando scrisse il signore degli anelli. Ha scritto un grande romanzo e il suo editore lo ha diviso in tre parti, nessuna delle quali si regge da sola.

 

Come conferma Martin, solo sette libri sono in programma. Detto questo, lascia una porta aperta poiché sembra affermare anche che la serie è andata narrativamente ben oltre la sua visione originale. Nel frattempo Martin è impegnato altrove: lo scrittore sta aiutando ad adattare almeno uno degli spinoff proposti de Il trono di spade, e anche il suo racconto Nightflyers sarà adattato per la tv, anche se voci affermano che Martin in realtà non sia direttamente coinvolto in quest’ultimo progetto.

 

Fonte: George R.R. Martin

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *