The Witcher: trailer italiano e foto della serie tv di Netflix

Condividi

Netflix ha pubblicato un primo trailer italiano della serie tv The Witcher, adattamento dell’omonimo videogioco che vedrà protagonista Henry Cavill nel ruolo principale di Geralt di Rivia, uno degli ultimi “strighi”, umani modificati geneticamente per cacciare mostri.

                                                    [Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

La nuova serie targata Netflix prenderà spunto non solo dalla fortunata serie di videogiochi, ma anche dalla serie di libri “La Saga di Geralt di Rivia” dell’autore polacco Andrzej Sapkowski. All’inizio di questo mese, Netflix ha svelato le prime immagini di “The Witcher” annunciando al contempo la presentazione Comic-Con di San Diego 2019 dove è stato presentato il trailer.

Oltre al filmato vi proponiamo anche nuove foto di Cavill nei panni di Geralt e un primo sguardo ufficiale a Freya Allan nei panni della principessa Ciri e Anya Chalotra nei panni di Yennefer di Vengerberg.

 

La trama ufficiale:

 

Basato sulla serie fantasy più venduta, The Witcher è un racconto epico su destino e famiglia. Geralt di Rivia, un cacciatore di mostri solitario, fatica a trovare il suo posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Ma quando il destino lo spinge verso una potente strega, e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare a percorrere insieme un continente sempre più instabile.

 

L’originale “The Witcher” è un videogioco action RPG ambientato in un universo fantasy sviluppato dal team polacco CD Projekt RED. Il motore grafico usato dagli sviluppatori è una versione modificata e aggiornata dell’Aurora Engine di BioWare (“Neverwinter Nights”). La versione per PC del gioco ha venduto 1.000.000 di copie in 12 mesi.

Finora sembra che la serie tv “The Witcher” sia destinata ad essere un adattamento fedele dei libri rispetto ai giochi, il che dovrebbe senza dubbio essere una buona notizia per ai fan dei romanzi originali di Sapkowski, anche se resta da vedere se anche i fan del gioco saranno soddisfatti di questo approccio.

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *