The Cloverfield Paradox: JJ Abrams rivela un mancato “easter egg” di 10 Cloverfield Lane

Condividi

The Cloverfield Paradox includeva un bizzarro “easter egg” che lo collegava direttamente a 10 Cloverfield Lane. Il franchise di Cloverfield è diventato noto per la sua strategia di rilascio non convenzionale. Il teaser del film originale è apparso improvvisamente nei cinema senza nemmeno rivelare il titolo. Poi nel 2016 è apparso all’improvviso un trailer di 10 Cloverfield Lane, un sequel di cui nessuno sapeva nulla.

Il produttore J.J. Abrams ha continuato con questa strategia anche con The Cloverfield Paradox, e il film è stato distribuito direttamente su Netflix poche ore dopo il rilascio del trailer. A differenza dei primi due film, The Cloverfield Paradox non ha ricevuto recensioni molto positive (QUI trovate la nostra). Il film è inoltre rimasto per un po’ in stand-by poichè alla Paramount erano apparentemente preoccupati che il film potesse rivelarsi un flop se avesse fruito di una distribuzione in sala. La tattica di Netflix ha funzionato bene per tutti i soggetti coinvolti; Netflix ha pagato a Paramount 50 milioni di dollari per il film e, in cambio, ha ricevuto un’esclusiva di alto profilo per attirare spettatori.

The Cloverfield Paradox contiene diversi riferimenti ed “easter egg” che lo collegano ai film precedenti, ma Abrams ha rivelato in un’intervista al podcast di Empire che ha dovuto tagliare uno dei suoi preferiti, dove i personaggi principali vedono il camion di Stambler (John Goodman) da 10 Cloverfield Lane in uno strano posto.

Durante la sequenza nello spazio e tutti questi detriti stanno volando in giro, c’era anche un camion che fluttuava in giro. Ed era da 10 Cloverfield Lane, era il camion di Stambler. Ma è stata una di quelle cose che, ancora una volta, alcune persone hanno definito troppo pazza, l’ho adorato, perché pensavo che fosse assolutamente fuori di testa, ma alcune persone sentivano che era fonte di troppa distrazione, io pensavo fosse fantastico.

 

Abrams e il regista Julius Onah hanno anche confermato altre connessioni, rivelando che il teorico della cospirazione in The Cloverfield Paradox di nome Stambler è un cenno intenzionale al personaggio di John Goodman, e che il mostro nell’inquadratura finale è lo stesso dell’originale Cloverfield.

Abrams: È la stessa creatura. Ma decisamente più grande.
Onah: Voglio dire che era un bambino nel primo, quindi forse ha iniziato a mangiare i suoi cereali ed è cresciuto un po’.

 

The Cloverfield Paradox rivela che gli eventi dei film precedenti sono il risultato di un esperimento che ha aperto fratture nel tempo e nello spazio, che si sono incrociate con realtà alternative. Apparentemente questo escamotage consentirà al franchise di saltare nel tempo e di non doversi preoccupare della continuità. Abrams ha già dichiarato che vede i film di Cloverfield come sequel spirituali invece di seguire una linea temporale rigorosa, quindi questa rivelazione dovrebbe consentire un approccio più flessibile e di stampo antologico.

Detto ciò la reazione tipieda a The Cloverfield Paradox potrebbe aver danneggiato il franchise. Il prossimo film della serie, che Abrams ha già definito “folle”, è intitolato Overlord, ed è ambientato durante la seconda guerra mondiale, dove alcuni soldati cercano di fermare un esperimento nazista di stampo sovrannaturale.

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *