Stasera in TV: “Lo chiamavano Bulldozer” con Bud Spencer su Canale Nove

Condividi

Stasera in tv su Canale 9: Lo chiamavano Bulldozer, commedia del 1978 diretta da Michele Lupo (Bomber) e interpretata da Bud Spencer nei panni di un ex campione di football americano diventato lupo di mare.

 

Cast e personaggi

Bud Spencer: Bulldozer
Raimund Harmstorf: Serg. Kempfer
Ottaviano Dell’Acqua: Gerry
Marco Stefanelli: Tony
Giovanni Vettorazzo: Spitz
Enzo Santaniello: Ragazzo con i capelli rossi
René Kolldehoff: colonnello
Joe Bugner: Alberto Sarticoli ‘Orso’
Nando Paone: Ghigo
Riccardo Pizzuti: marine Simmons
Claudio Ruffini: marine
Giovanni Cianfriglia: marine
Luigi Bonos: meccanico
Totò Mignone: gestore del locale (padre di Tony)
Gigi Reder: Curatolo
Carlo Reali: commentatore della partita
Vincenzo Maggio: direttore della bisca
Roberto Dell’Acqua: giocatore nella bisca
Piero Del Papa: barbiere
Luciano Bonanni: Osvaldo, il ricettatore
Fortunato Arena: picchiatore di Osvaldo
Artemio Antonini: picchiatore di Osvaldo
Osiride Pevarello: cameriere del Galeone
Nello Pazzafini: buttafuori della bisca
Giancarlo Bastianoni: picchiatore di Orso
Pietro Torrisi: picchiatore di Orso
Renato Chiantoni: generale

Doppiatori italiani

Glauco Onorato: Bulldozer
Ferruccio Amendola: Sergente Kempfer
Sergio Fiorentini: Alberto Sarticoli ‘Orso’
Piero Tiberi: Gerry
Massimo Giuliani: Spitz
Arturo Dominici: Osvaldo, il ricettatore
Sandro Acerbo: ragazzo con i capelli rossi
Vinicio Sofia: generale

 

La trama

 

Bulldozer (Bud Spencer) è un ex campione di football americano che si è ritirato da tempo dal mondo dello sport a causa della corruzione che vi imperversava. Bulldozer ora è il capitano di una piccola imbarcazione che si ritrova bloccata in Versilia, dove un gruppo di ragazzotti locali gli chiede aiuto per vincere la sfida lanciata ai marines di una locale base militare: segnare una meta in una partita di football americano contro la rappresentativa della base. Bulldozer, che ha giurato di non giocare più, dopo qualche titubanza deciderà di allenarli.

 

La nostra recensione

 

Bud Spencer con la sua aria sorniona e il fisico imponente rappresenta uno degli eroi dell’infanzia e adolescenza di molti, un “supereroe” atipico, ironico e con l’aria di un fratellone maggiore pronto a raddrizzar torti con qualche schiaffone ben assestato.

Lo chiamavano Bulldozer è uno dei film da “solista” di Bud Spencer, interpretati senza l’inseparabile collega Terence Hill, film che miscela con dovizia una rodata ricetta a base di ironia e scazzottate da saloon tipica della filmografia dell’attore partenopeo, con una cornice sportiva che strizza l’occhio al cinema americano, su tutti il classico Quella sporca ultima meta con protagonista Burt Reynolds.

Il veterano Michele Lupo, che ha diretto Bud Spencer in una manciata di classici tra cui il Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre allestisce un’efficace e fruibile messinscena sempre sul filo dell’ironia, mai violenta o volgare e capace di intrattenere con la leggerezza e la goliardia di un cinema italiano d’altri tempi. Lupo e Spencer bisseranno quattro anni dopo con un’altra commedia sportiva, l’altrettanto spassoso Bomber, con Spencer stavolta nei panni di un ex pugile convinto a tornare in attività per allenare un giovane pugile per un incontro disputato contro un marine dell’esercito americano.

 

Curiosità

 

  • Lo Chiamavano Builldozer è una co-produzione italo tedesca.
  • Il regista Michele Lupo ha diretto Bud Spencer anche in Uno sceriffo extraterrestre… poco extra e molto terrestre (1979), Chissà perché… capitano tutte a me (1980), Occhio alla penna (1981) e Bomber (1982).
  • Il cast di “Lo Chiamavano Bulldozer” include l’attore e comico napoletano Nando Paone (Ghigho) frequente collaboratore del regista e attore Vincenzo Salemme. Paone con Salemme ha girato quattro film: L’amico del cuore, E fuori nevica, Amore a prima vista e A ruota libera.
  • Nel film Bud canta e suona con la chitarra la canzone “El indio Chaparral”; la lingua in cui canta è lo spagnolo, la curiosità è che nella versione spagnola del film la scena è stata tagliata.
  • Le location del film: porto di Livorno, base militare Camp Darby, Viareggio, Marina di Pisa, Tirrenia.

 

La colonna sonora

 

  • Le musiche originali di “Lo Chiamavano Bulldozer” sono degli Oliver Onions (Guido & Maurizio De Angelis) e Bud Spencer.
  • La colonna sonora include i brani “Cock a doodle doo” e “My name is Zulu” entrambi interpretati da Bud Spencer.

 

TRACK LISTINGS:

1. Bulldozer – Oliver Onions
2. Emily
3. I don’t mind about tomorrow
4. Down in the country
5. The man on the boat – Oliver Onions
6. Italian girl
7. Just a good boy – Oliver Onions
8. Seasons
9. What’ll I do – Oliver Onions
10. Music on my mind
11. Cock a doodle doo – Bud Spencer
12. My name is Zulu – Bud Spencer

 

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *