Overlord: curiosità e recensione del film horror prodotto da JJ Abrams

Condividi

Leggi la recensione di Overlord, il film horror diretto da Julius Avery, scritto da Billy Ray e Mark L. Smith, prodotto da J. J. Abrams e interpretato da Jovan Adepo, Wyatt Russell, Mathilde Ollivier, John Magaro, Gianny Taufer, Pilou Asbæk e Bokeem Woodbine.

                                                                                        [Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

 

Cast e personaggi

Jovan Adepo: Boyce
Wyatt Russell: Ford
Mathilde Ollivier: Chloe
John Magaro: Tibbet
Gianny Taufer: Paul
Pilou Asbæk: dott. Wafner
Jacob Anderson: Dawson
Dominic Applewhite: Rosenfeld
Iain De Caestecker: Chase
Bokeem Woodbine: Rensin
Éva Magyar: zia Simone
Erich Redman: dott. Schmidt

 

La trama

 

Alla vigilia del D-Day, una squadra di paracadutisti abbandona le linee nemiche per portare a termine una missione cruciale per l’invasione. Quando si avvicinano al loro obiettivo, cominciano presto a rendersi conto che nel villaggio occupato dai nazisti c’è di più che una semplice operazione militare in corso, ma una terrificante sperimentazione si sta svolgendo in un laboratorio segreto per creare un super soldato feroce, inarrestabile e immortale.

 

La nostra recensione

 

I film horror con zombie nazisti hanno generato nel corso degli ultimi anni titoli godibili, dal dittico Dead Snow alla trilogia Outpost, passando per un paio di divertenti incursioni nel formato found-footage: il bizzarro Frankenstein’s Army e il più recente Bunker of the Dead, quest’ultimo un vero e proprio videogame “FPS” traslato in formato cinematografico di cui consigliamo caldamente la visione.

Overlord diretto da Julius Avery (Son of the Gun), alla sua prima incursione nell’horror, e prodotto da JJ Abrams qui in anche in veste di co-sceneggiatore, approccia il filone “zombie nazisti” con un piglio “nerd” di stampo squisitamente cinematografico. Avery & Abrams creano una sorta di opera omnia nata dalla summa di un immaginario figlio di romanzi, fumetti, film di guerra e videogiochi (su tutti le serie Wolfenstein e Call of Duty), per regalare al cosiddetto genere “Nazi zombies” una sorta di film definitivo, almeno dal punto di vista dell’inviadibile equilibrio raggiunto tra i generi (guerra, thriller, fantascienza, azione, horror). A questo pescare a piene mani da un immaginario ricco di riferimenti, si aggiunge una confezione di alto profilo fruibile anche dai “non fan” del genere, vedi la credibile prima parte “bellica” con una buona prova del cast, per poi nell’ultimo atto del film entrare fnalmente nell’antro popolato di mostri mutanti creati in laboratorio, mai metafora fu più appropriata per rievocare gli incubi partoriti dalla follia nazista.

“Overlord” regala ai fan del genere horror una variegata carrellata di mostruosità che miscelano la figura dello zombie con quella dei mutanti, laddove “Frankenstein’s Army” tratteggiava improbabili creature ibride spesso “assemblate” con parti meccaniche in orridi puzzle di carne putrescente, “Overlord” ripercorre invece le ricerche fatte dai nazisti per creare il soldato perfetto divenute mitologia e materia da protoscienza. Nel film si fa cenno all’utilizzo di soldati e civili per una sperimentazione che include resurrezione e mutazione, e qui il film presenta un compiaciuto ritorno agli anni ’80 con l’utilizzo di make-up speciale e la cara e vecchia animatronica, limitando l’utilizzo della CG ad una sorta di rifinitura dove necessario, e in qualche caso indispensabile, per restrizioni di budget. Questo nostalgico refrain di stampo “gore” che strizza l’occhio ad un decennio d’oro per il genere horror regala a “Overlord” un surplus di appeal a livello puramente estetico che non possiamo che elogiare nella sua interezza.

“Overlord” si presenta quindi come un divertito e riuscito ibrido tra cinema di nicchia e cinema mainstream, per un horror a sfondo bellico con elementi “action” che intrattiene con maestria. Su schermo si imbastisce una storia nella storia dalla intrigante connotazione fantasy, ma fortemente radicata nella realtà (in questo caso storica), un binomio che fa di “Overlord” nell’ordine: un discreto film di guerra, un godibile film di fantascienza e un coinvolgente film horror.

 

Curiosità

 

  • La prima sequenza di Overlord, che vede i soldati saltare da un aereo in fiamme, è stata eseguita con un aereo su una sospensione cardanica, facendo esplodere la parte anteriore, inclinandola come se stesse realmente precipitando e utilizzando stuntmen in azione con vero fuoco.
  • Ci sono volute 5 ore al giorno per applicare il trucco al viso dell’attore Pilou Asbæk per fornirgli il volto sfigurato da mutante.
  • J.J. Abrams alla presentazione del film all’evento Paramount CinemaCon del 25 aprile 2018 ha smentito le voci che davano il film come un sequel segreto di Cloverfield.
  • Il film mostra più effetti pratici che i consueti effetti in CG utilizzati dalla maggior parte dei film odierni. La scelta di utilizzare effetti pratici aveva lo scopo di ottenere una reazione migliore dagli attori coinvolti nelle scene in cui accadeva qualcosa di raccapricciante. La scena in cui il collo di Chase scatta così velocemente da far sporgere le ossa dal suo petto è stata realizzata con l’ausilio di burattini ed effetti animatronici.
  • Una delle location per il film è stata una linea smantellata della storica linea ferroviaria  nonché popolare attrazione turistica Bluebell Railway, sita nel West Sussex in Inghilterra.
  • La versione originale della sceneggiatura scritta nel 2013 dallo sceneggiatore Billy Ray era molto diversa in alcune parti rispetto al film finale, questo prima che fosse modificata nel corso degli anni e dopo che un altro scrittore, Mark L. Smith, venne portato a bordo per una parziale riscrittura della sceneggiatura. Una delle maggiori differenze includeva solo Boyce, Ford e Chloe come eroi principali e poneva molta più attenzione agli elementi horror della storia. L’intero terzo atto e le scene d’azione nel finale erano quasi completamente diverse da quelle viste nel film finale. Ad esempio, Boyce, Ford e Chloe stavano combattendo contro altri nazisti non morti nella chiesa e nel laboratorio, cercando di fermarli usando ogni arma in loro possesso o che avevano trovato al momento; ad un certo punto Boyce lanciava persino alcune granate contro i nazisti, ma quando questo attacco non funziona si torva ad usare una grossa spada per decapitarli, e quindi usa il lanciafiamme per bruciare gli ultimi prima di farli esplodere con un’ultima granata.
  • Il titolo del film è senza dubbio un riferimento all’Operazione Overlord, il nome in codice per l’operazione alleata per la Battaglia in Normandia, che lanciò la fortunata invasione dell’Europa occupata dai nazisti. Questa operazione, insieme allOperazione Nettuno, sarebbe diventato noto come “D-Day”.
  • Sia Jacob Anderson che Pilou Asbæk hanno recitato nella serie tv Il trono di spade eni ruoli rispettivamente di Grey Worm e Euron Greyjoy.
  • Il film costato 38 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 33.

 

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *