Marvel rivela il nuovo “The Immortal Hulk”

Condividi

Hulk è tornato e questa volta è immortale. La storia del ritorno di Hulk inizia in Avengers #682 di questa settimana, ma sarà esplorata in dettaglio nell’arco di due settimane, in Avengers #684. Quel numero sarà caratterizzato da una storia di sfondo di 10 pagine che svela il segreto dell’immortalità di Hulk. Una volta che l’attuale evento “No Surrender” sarà concluso, sarà il turno di un albo di rilancio da solista, diverso da qualsiasi cosa abbia pubblicato la Marvel in precedenza.

Gli ultimi numeri hanno accennato al ritorno di Hulk, e ora l’essere cosmico noto come Challenger ha rivelato il suo ultimo rappresentante. Ha fatto un patto con Hulk, la cui sopravvivenza è spiegata in un monologo.

Rabbia….La rabbia è silenziosa. La rabbia è fredda. La rabbia non può essere fermata. E mai. Mai. Muore.

 

Un dialogo che promette un cambiamento radicale nello status quo di del Gigante Verde. I prossimi numeri vedranno il Golia Verde irrompere nella trama di “No Surrender”, e sicuramente giocherà un ruolo importante che darà il via ad un arco narrativo tutto nuovo.

In un’intervista con CBR, lo scrittore Al Ewing e l’artista Joe Bennett hanno rivelato che Hulk tornerà in un nuovo fumetto da solista come parte di “A Fresh Start” , il nuovo rilancio delle testate Marvel che prenderà il via a maggio con Avengers e includerà anche Spider-Man, Deadpool, Black Panther, Wolverine, Doctor Strange, Ant-Man, Captain America, Iron Man, Thor,  Kamala Khan (Ms. Marvel), Miles Morales (Spider-Man) e Robbie Reyes (Ghost Rider).

È un fumetto di un mostro incapace di morire. La storia parla di un uomo che crede di poter usare gli elementi più oscuri della sua personalità per fare del bene in tutto il mondo e dove lo porta questa sua convinzione. Riguarda la mortalità, l’espiazione e la negazione. Riguarda tutte le parti di noi stessi che non vogliamo vedere. È un fumetto horror. Il Golia Verde avrà uno sguardo più scuro e più notturno in questo fumetto. Sto cercando di evocare la sensazione di tutte quelle grandi riviste di Warren come Eerie e Creepy.

 

Ewing si è ispirato ad uno slogan dell’Hulk classico: “È un uomo o un mostro? O…è entrambi?” ripercorrendo le orme di classici autori di Hulk come Peter David, narrando Hulk come l’espressione junghiana del lato oscuro di Bruce Banner. Attenzione però, anche se questa versione sembrerà molto familiare ai fan di Hulk, l’approccio di Ewing sarà unico.

La trama vedrà Banner vagare per il mondo, un omaggio alla classica serie televisiva L’Incredible Hulk. Non vuole essere trovato o notato. Ma questo concetto iconico viene ribaltato dall’approccio di Ewing, che sarà essenzialmente una oscura trama horror. Questo è perfettamente adatto al nuovo ritratto di Hulk di Ewing, che si riferisce a questo sorprendente potere dell’immortalità. Come spiega lo stesso Ewing:

Banner può morire. Hulk non può. Se spari a Banner in testa, cadrà morto. Rimarrà lì tutto il giorno, morto a terra, con il corpo freddo, irrigidendosi…fino al tramonto. E poi…beh, la notte è il momento di Hulk…e Hulk ricorda.

 

Ewing ha anche accennato al ritorno di un personaggio familiare in The Immortal Hulk, il Sasquatch di Alpha Flight.

E infine, c’è un vecchio favorito dei fan che è nuovo in questo titolo, Walter Langkowski alias il Sasquatch. Prende un congedo da Alpha Flight per risolvere alcuni problemi personali, e ha bisogno di Bruce Banner per farlo. Langkowski e Banner erano amici al college, e Langkowski ha finito per replicare gli esperimenti di Banner e diventare un peloso mezzo hulk canadese. Sono stato affascinato da Langkowski come una sorta di versione sana di Banner, un atleta intellettuale,un forte e affascinante ex quarterback, milionario, amato eroe del suo paese e del suo pianeta, e dannatamente gentile. Come mai Banner è andato tanto d’accordo con questo tipo? E forse ancora più importante: se Langkowski è così sano e normale, perché non vuole più trasformarsi in Sasquatch? E perché Sasquatch imprvvisamente ah una pelliccia sudicia, sbava dalla bocca ed ha un bagliore feroce nei suoi occhi? I fan di Alpha Flight potrebbero ricordare la Grande Bestia, ma come ho detto non stiamo seguendo una vecchia continuity. Questo è qualcosa di nuovo…

 

Marvel per le illustrazioni del nuovo Hulk ha portato a bordo Joe Bennett che si è recentemente fatto notare per l’immersivo Phoenix: Resurrection con il ritorno di Jean Grey.

Sicuramente sembra che il “Fresh Start” della Marvel includerà molte resurrezioni. Jean Gray è tornata, Wolverine sta brandendo una Gemma dell’infinito e Thor Odinson è tornato come protagonista del suo stesso fumetto, e ora lo stesso Hulk si aggiunge al numero di eroi classici che stanno tornando in gran spolvero per una Marvel sempre pronta a rinnovarsi.

 

 

 

Fonte: Newsarama

 

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *