Marvel prepara i fan alla morte di The Mighty Thor (video)

Condividi

 

ATTENZIONE: l’articolo contiene importanti SPOILER per l’albo “The Mighty Thor #704” di Jason Aaron e Russell Dauterman.

Marvel ha rilasciato un nuovo video per aiutare i fan a prepararsi per una tragedia imminente; la morte di Jane Foster alias The Mighty Thor.

Jane Foster ha fatto il suo debutto nel ruolo di nuovo Thor nel 2014, dopo che l’evento “Original Sin” ha lasciato Thor indegno di brandire il Mjolnir. Per mesi lo scrittore Jason Aaron ha accuratamente evitato di rivelare la vera identità di questo nuovo Thor al femminile. Quando la verità è stata finalmente rivelata, si è rivelata agghiacciante. Jane Foster stava morendo di cancro, ma ha abbracciato la vita da supereroe perché credeva che il mondo avesse bisogno di un Thor. Tragicamente ogni volta che usava il Mjolnir per trasformarsi in Thor, la magia invertiva l’effetto della sua chemioterapia. Ogni volta che Jane sceglie di diventare la “Dea del Tuono”, la porta un passo più vicino alla morte. Con l’evolversi degli eventi Doctor Strange ha messo al corrente Jane che se affronterà anche solo un’ultima trasformazione, significherà per lei morte certa.

La Marvel ha rilasciato un nuovo video che ricorda ai fan del viaggio intrapreso da Jane nei fumetti Marvel. In The Mighty Thor scopriamo quanto Jane avesse ragione nell’affermare che il mondo aveva bisogno di un Thor.

The Mighty Thor #704 si apre con Jane che ricorda tutta la morte che è stata una parte della sua vita e lo fa attraverso tre flashback. Il primo riporta alla sua infanzia, dove il suo primo incontro con la morte avviene dopo che alla madre viene diagnosticato un cancro. Jane ricorda gli ultimi giorni di sua madre e il più grande rimpianto avuto per sua figlia. Costretta a letto e vicina alla fine, la madre di Jane dice alla futura Dea di trovare una divinità in cui credere (“Trova un Dio in cui credere in Jane”). Ma per tutta la sua vita Jane non troverà conforto alcuno dalla fede, incapace di colmare quel vuoto.

Il secondo flashback riguarda suo padre, l’ultima persona ancora in vita della sua famiglia. Morto a seguito di un infarto quando lei era ancora un’infermiera, Jane in quel frangente deve affrontare la morta da sola facendo visita al corpo del padre per un ultimo saluto. Dei tre, è il flashback finale che è il più importante e si svolge anni dopo che Jane ha incontrato e frequentato Thor. Quando il Dio del Tuono si fa avanti per consolare Jane dopo la morte dell’ex marito Keith e del figlio Jimmy in un incidente d’auto, lei schiaffeggia l’asgardiano prima che lui possa porgerle le sue condoglianze. Infuriata chiede cosa hanno fatto affinché lei potesse credere in loro, e prima di andarsene afferma di non essere sicura che gli dei credano nell’umanità.

Nel corso della sua vita, la morte è stata parte integrante della realtà di Jane Foster, anche quando ha fatto del suo meglio per restare lontana da Thor. Ma ora, con un Dio del Tuono indebolito, la morte non è mai stata così vicina, con un’ultima convocazione del Mjolnir che porrà termine alla sua vita in modo permanente. I suoi amici sono tutti convinti che questa non sia la fine di Jane, che lei può sconfiggere il cancro e che tutto andrà bene. Purtroppo ad Asgard le cose sono precipitate da quando infuria la Guerra dei Regni. Malekith ha scatenato l’arma più letale di tutte, persuadendo il mostruoso Mangog a lanciare un ultimo attacco su Asgard. Le difese di Asgard sono già in rovina e Thor Odinson, Frigga e persino Odino stesso sono stati abbattuti dalla furia di Mangog. Jane Foster ha così fatto la sua scelta fatale e ha convocato il Mjolnir nella sua mano un’ultima volta.

Nonostante sia amica e alleata degli Asgardiani, è giusto che l’unico dio in cui Jane possa credere sia quello che è stata negli ultimi anni. Divenire Thor le ha dato un potere e un vigore che il cancro le aveva portato via, ed è facile capire perché lei non abbia mai esitato un istante ad utilizzare tale potere pur sapendo di rischiare ogni volta la sua vita.

“Se questa è la storia di come muoio, allora sappi che non finirà senza una lotta infernale” esclama Jane prima di lanciarsi contro Mangog. Quel combattimento arriverà il prossimo mese nel penultimo numero di The Mighty Thor prima dell’epilogo, con la Dea del Tuono che brandirà  il suo martello un’ultima volta.

Come nota Aaron nel video della Marvel, non si può tornare indietro; quando il tuo concetto centrale include un eroe che sta morendo di cancro, la storia deve finire e la Marvel ha già detto che la storia non potrà finire che con la morte di Jane Foster.

L’imminente morte di Jane Foster sarà sicuramente qualcosa di straziante. La storia di Aaron ha riscontrato una grande popolarità, e un Thor al femminile ha dimostrato di essere un’aggiunta formidabile ai ranghi degli eroi della Marvel. Eppure, la realtà è che Aaron ha sempre avuto una destinazione in mente. Questo è il modo in cui la storia avrà il suo epilogo, non con un miracolo divino dell’ultimo secondo, ma con una tragedia molto reale e umana.

L’ultimo capitolo di “Death of the Mighty Thor” di Jason Aaron e Russel Dauterman arriva il 21 marzo nell’albo The Mighty Thor #705.

 

 

 

Fonte: Screenrant

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *