LEGO annuncia il suo primo calo degli utili in tredici anni

Condividi

LEGO ha annunciato il suo primo calo degli utili in tredici anni. Il colosso danese del giocattolo rappresenta una delle aziende di giocattoli più iconiche, durature e di successo della storia e i mattoncini colorati sono diventati sempre più popolari sia tra i giovanissimi che tra i collezionisti più maturi.

L’azienda si è adeguata nel corso degli anni riuscendo a restare competitiva in un mercato sempre più dominato dai prodotti digitali, una competitività supportata da lancio di franchise videoludici, cinematografici e televisivi. Grandi franchise internazionali come Star Wars, Harry Potter e Batman sono diventati oggetto di esclusivi set LEGO e di una serie di videogiochi a tema. L’azienda ha anche siglato una partnership con Warner Bros. approdando sul grande schermo con lungometraggi d’animazione di successo come The Lego Movie (470 milioni), LEGO Batman – Il film (312 milioni) e LEGO Ninjago – Il film (123 milioni).

Tuttavia la popolarità e il sucesso dal punto di vista cinematografico non sembra aver dato i frutti sperati poiché la società ha annunciato (via BBC) i primi profitti in flessione in tredici anni, con un calo dell’8% nel 2017 rispetto al 2016. LEGO ha confermato la flessione dei profitti attribuendo parte della colpa ad una sovrapproduzione di mattoncini. Ciò a quanto pare ha portato ad un surplus di beni che sono stati infine venduti con uno sconto. Una portavoce dell’azienda ha spiegato:

Non c’era abbastanza spazio per far arrivare i giocattoli del 2017 nei negozi, e il commercio di giocattoli è guidato dalla novità. Durante l’anno, i ricavi sono diminuiti, tuttavia le vendite al consumo o le vendite nei negozi sono rimaste invariate. Questo dimostra che i consumatori (i bambini e i loro genitori) continuano a comprare dai rivenditori.

 

Nonostante un 2017 deludente dal punto di vista dei profitti, come sottolineato dalla società le vendite di prodotti LEGO restano forti, con il problema della maggiore offerta rispetto alla domanda che è stata la causa principale della flessione dello scorso anno. Inoltre, il gigante danese sembra aver già messo mano alla situazione, con LEGO che ha goduto di un dicembre molto più soddisfacente e un 2018 che prosegue il trend positivo con la società che sta godendo di una grande crescita nel mercato asiatico.

A quanto pare la diversificazione dell’offerta e la ramificazione in molteplici rami dell’intrattenimento ludico ha portato qualche difficoltà al “cuore” dell’azienda che sono gli iconici mattoncini. Dopo aver tagliato 1400 posti di lavoro lo scorso settembre, il presidente della società ha lasciato intendere che la diversificazione del marchio LEGO ha aggiunto un elemento dannoso di complessità al business, quindi un ritorno a porre l’attenzione sul mattoncino nella sua forma originale avrebbe portato un giovamento all’intero brand.

Nel frattempo LEGO ha annunciato altri due progetti: il sequel The Lego Movie 2 e The Billion Brick Race, terzo spin-off di The Lego Movie, progetto che ha recentemente perso il suo regista Jorge R. Gutierrez.

 

Fonte: BBC / The Guardian

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *