Candyman: Abdul-Mateen II protagonista del remake / sequel di Jordan Peele

Condividi

La leggenda urbana Candyman sta per tornare in un remake/sequel prodotto dal Jordan Peele di Scappa – Get Out. Il nuovo Candyman è stato descritto come un “sequel spirituale” dell’originale film di Bernard Rose (basato sul racconto “The Forbidden” di Clive Barker) che sarà diretto da Nia DaCosta (Little Woods).

Ora arriva la notizia che Yahya Abdul-Mateen II è “in trattative” per interpretare il ruolo di Candyman, raccogliendo il testimone da Tony Todd che ha vestito i panni della letale leggenda urbana nella trilogia anni ’90. La notizia del coinvolgimento di Abdul-Mateen II nel nuovo film arriva da Variety

Se un accordo sarà finalizzato, Abdul-Mateen II vestirà i panni di questa icona horror che appare (insieme al suo letale uncino) se pronunci cinque volte il suo nome davanti ad uno specchio. I crediti di Abdul-Mateen II includono il ruolo della nemesi Black Manta nel recente film campione d’incassi Aquaman, oltre all’imminente thriller-horror Noi e alla nuova serie tv Watchmen. Il nuovo Candyman sarà prodotto dalla Monkeypaw Productions di Jordan Peele, insieme a Win Rosenfeld e MGM, ed è previsto in uscita nelle sale con Universal Pictures il 12 giugno 2020, con l’inizio delle riprese fissato a questa primavera. Secondo Variety, il nuovo film tornerà “Nel quartiere in cui è iniziata la leggenda: la zona ora riqualificata di Chicago dove un tempo sorgevano i progetti abitativi di Cabrini-Green”.

Una dichiarazione riguardo al nuovo Candyman di Jonathan Glickman, presidente di MGM Motion Picture Group.

 

Siamo impazienti che il mondo veda cosa la pazzesca combinazione Jordan, Win e Nia porterà alla leggenda di Candyman. Hanno creato una storia che non solo renderà omaggio al materiale inquietante e geniale di Clive Barker, ma è anche quacosa di completamente moderno che porterà una nuova generazione di fan.

 

 

Condividendo l’eccitazione di Glickman, Peele in precedenza ha condiviso i suoi pensieri sul nuovo Candyman e ha riflettuto sul significato culturale del film originale.

 

L’originale era un film di riferimento per la rappresentazione nera nel genere horror. Accanto a “La notte dei morti viventi”, “Candyman” è stata per me un’ispirazione importante come regista, e avere un audace nuovo talento come Nia alla guida di questo progetto è davvero emozionante. Siamo onorati di portare in vita il prossimo capitolo del canone “Candyman” e desiderosi di offrire ad un nuovo pubblico un punto d’accesso alla leggenda di Clive Barker.

 

Per coloro che non hanno familiarità con il personaggio e la trilogia anni ’90, a seguire trovate una sinossi del film originale Candyman – Terrore dietro lo specchio del 1992.

 

Questo thriller viscerale segue uno studentessa laureata la cui ricerca evoca lo spirito dei morti! Quando Helen Lyle sente parlare di Candyman, lo spirito di uno schiavo con una mano uncinata che si dice perseguiti un famigerato progetto di edilizia abitativa, pensa di avere una nuova svolta per la sua tesi. Sfidando un territorio controllato da gang per visitare il sito, Helen presume arrogantemente che Candyman non possa esistere davvero…finché non compare, dando il via ad una serie di terrificanti e macabri omicidi, ma la polizia non crede nei mostri e accusa Helen dei crimini, e ora l’unico che può scagionarla è Candyman.

 

Fonte: Variety

 

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *