Alien 3: una sceneggiatura abbandonata diventa un fumetto

Condividi

La sceneggiatura dell’autore fantascientifico William Gibson scritta per Alien 3 è stata adattata in un fumetto. Gibson noto come il padre del cyberpunk e i cui lavori includono Neuromante, Giù nel ciberspazio e Monna Lisa Cyberpunk, nel 1987 scrisse una sceneggiatura per “Alien 3”. Purtroppo il lungo processo di sviluppo in cui si era impantanato il film alla fine demolì la sua visione, e praticamente nulla della sceneggiatura di Gibson è finito nella versione del regista David Fincher. Per fortuna alla Dark Horse Comics si sono messi in moto e stanno dando alla sceneggiatura di Gibson l’adattamento che merita.

Il fumetto pubblicato in cinque numeri, intitolato William Gibson’s Alien 3, risponderà alla domanda che molti fan del franchise di Alien si sono posti, che svolta avrebbe preso la saga con il capitolo di Gibson? “Alien 3” oltre ad una travagliata produzione si è preso molti rischi uccidendo alcuni personaggi molto amati dai fan, tra cui Newt e allontanandosi in gran parte dall’eredità lasciata da Alien e Aliens. Questo nuovo fumetto racconterà una storia molto diversa con Bishop, interpretato da Lance Henriksen, destinato ad assumere un ruolo importante nella serie.

In seguito agli eventi mortali di Aliens, l’Unione dei Popoli Progressisti intercetta l’astronave che trasporta i corpi in stasi di Ripley, Hicks, Newt e Bishop, ma a loro insaputa hanno anche catturato un altro passeggero letale, la cui scoperta scatenerà una gara tra due governi per trasformare in un’arma lo Xenomorfo, in questo terrificante e intenso thriller ispirato al tema della Guerra Fredda.

 

Il fumetto sarà adattato direttamente dalla sceneggiatura di William Gibson e presenta opere di Johnnie Christmas (Angel Catbird, Firebug, Sheltered), con colori di Tamra Bonvillain (Doom Patrol, Wayward, Uncanny Avengers). Ci sarà anche una serie di cover per il fumetto di “Alien 3” di James Harren, Daniel Warren Johnson, Paolo Rivera, Tradd Moore e Christian Ward.

Un Gibson entusiasta ha rilasciato una dichiarazione riguardo al nuovo fumetto.

Quando la tua prima sceneggiatura venduta non viene prodotta, ma il film viene alla fine realizzato con una sceneggiatura diversa, non conservando nulla del tuo lavoro, se non un tatuaggio con codice a barre sul retro del collo di un personaggio, l’ultima cosa che ti aspetti è vedere il tuo lavoro splendidamente adattato e realizzato decenni dopo, su un supporto diverso, da un artista del calibro di Johnnie Christmas. È un’esperienza meravigliosa, e non ho dubbi che la versione di Johnnie, che aderisce quasi interamente alla sceneggiatura, offre più del mio materiale al pubblico di quanto qualsiasi film sarebbe stato probabilmente in grado di fare.

 

Questa versione di “Alien 3” vede la Ripley di Sigourney Weaver messa in disparte. William Gibson a questo proposito aggiunge: “Per quanto riguarda la mia sceneggiatura, vorrei sottolineare che ho lavorato su un trattamento fornito dai tre produttori del film, quindi non è stata affatto mia l’idea di sacrificare Ripley. Insoddisfatto di questa scelta, come fan dei precedenti due film, ho deciso di moltiplicare l’apporto di Bishop, il mio secondo personaggio preferito del film precedente”.

Il primo numero di “William Gibson’s Alien 3” arriva il 7 novembre.

 

 

 

Fonte: Comicbookmovie / Dark Horse Comics

 

 


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *